Pollenzo – Tenuta Reale e borgo

04. Pollenzo Borgo I 72 dpi

DISTANZA DA CUNEO:
60 Km

STORIA:
Pollenzo, l’antica Pollentia romana fondata alla fine del II secolo a.C., è un piccolo borgo, frazione del Comune di Bra, affacciato sul fiume Tanaro.
Nel 402 d.C. Pollenzo fu teatro dell’omonima battaglia, che vide sconfitte le truppe dei Visigoti, comandate da Alarico, per mano di Stilicone, generale romano. In seguito, in epoca medievale, il borgo divenne sede di contea e prestigiosa residenza feudale.
Nella prima metà dell’Ottocento re Carlo Alberto decise di creare qui un’impresa agricola modello, in grado di orientare le diverse proprietà fondiarie di casa Savoia e nella quale sperimentare e migliorare la rendita delle attività agricole. L’intervento, oltre a dare vita ad una grande masseria, riplasmò l’intera cittadina medievale, attraverso opere di bonifica dei terreni, la creazione di cascine, un riassetto idrogeologico e forestale e una grande campagna di scavi romani (che portò alla valorizzazione di un importante sito archeologico). Non solamente il trecentesco castello, ma l’intero borgo subì un’importante ristrutturazione, mediante interventi di carattere urbanistico.
Su progetto di Ernest Melano e Pelagio Palagi, Carlo Alberto fece edificare, tra il 1833 e il 1850, il complesso dell’ex Agenzia Agricola del Parco Reale, creando la nuova immagine neogotica e classicheggiante del borgo, grazie anche agli interventi alla piazza, alla Chiesa di San Vittore e alla torre. Tra gli artisti coinvolti si citano il pittore Bellosio, l’ebanista Moncalvo e lo scultore Gaggini.
La trasformazione successiva della realtà agricola piemontese e dell’azienda di Pollenzo hanno con il tempo dissipato il prestigio che per oltre un secolo aveva caratterizzato l’Agenzia carloalbertina.
L’idea di recuperare il complesso, per restituirgli nuova luce, nasce alla fine degli anni novanta e in parallelo all’elaborazione teorica di Slow Food sul rapporto tra saperi e sapori. Il progetto, avviato con l’acquisto degli edifici da parte dell’Agenzia di Pollenzo S.p.a. e con il restauro (condotto tra il 1999 e il 2004), ha consentito l’insediamento e lo sviluppo di importanti attività: l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, la Banca del Vino e l’Albergo dell’Agenzia.
L‘Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, nata e promossa nel 2004 dall’associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni Piemonte ed Emilia Romagna si propone di formare le figure dei futuri gastronomi.
Piazza Vittorio Emanuele 9, Località Pollenzo, 12042, Bra (CN)
Telefono: 0172/458511; ulteriori informazioni sul sito: www.unisg.it.
La Banca del Vino è una società cooperativa costituita nel 2000 da un’idea avanzata da Carlo Petrini alla fine degli anni novanta allo scopo di costruire la memoria storica del vino italiano. La Banca è un posto unico al modo dove si può conoscere l’Italia dei grandi vini, un caveau visitabile dal pubblico che custodisce la ricchezza e la storia del vino italiano rendendolo disponibile per le future generazioni.
Piazza Vittorio Emanuele 13, 12042 Pollenzo, Bra (CN)
Telefono: 0172/458418; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

L’Associazione Slow Food è nata nel 1986 e continua ad avere sede a Bra in via della Mendicità Istruita. Si pone come obiettivo la promozione del diritto a vivere il pasto, e tutto il mondo dell’enogastronomia, innanzitutto come un piacere. Fondata da Carlo Petrini e pensata come risposta al dilagare del fast food e alla frenesia della vita moderna, Slow Food studia, difende e divulga le tradizioni agricole ed enogastronomiche di ogni parte del mondo. Slow Food, attraverso progetti (Presidii), pubblicazioni (Slow Food Editore), eventi (Terra Madre) e manifestazioni (Salone del Gusto al Lingotto di Torino, Cheese a Bra e Slow Fish a Genova) si è impegnata per la difesa della biodiversità e dei diritti dei popoli alla sovranità alimentare, battendosi contro l’omologazione dei sapori, l’agricoltura massiva, le manipolazioni genetiche.

ORARI DI APERTURA DELL’AGENZIA:
visita spazi esterni: da lunedì a venerdì 8.00-20.00;
sabato e domenica 10.00-20.00.
visita spazi interni: da martedì a domenica 10.30-13.00/15.30-19.30;
Per informazioni: Banca del Vino 0172/458418.

ORARI DI APERTURA DELLA CHIESA DI S. VITTORE:
chiusura il martedì;
Per informazioni e visita completa degli spazi interni e informazioni, Parrocchia: 0174/458110, 333/7976458.

DOVE ALLOGGIARE:
Albergo dell’Agenzia: via Fossano 21, 12042 Pollenzo, Bra (CN)
Telefono: 0172/458600; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ulteriori informazioni sul sito: www.albergoagenzia.it/welcome.lasso 
Albergo Corte albertina: via Amedeo di Savoia 8, 12042 Pollenzo, Bra (CN)
Telefono: 0172/458410; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ulteriori informazioni sul sito: www.albergocortealbertina.it  
Albergo Carpe noctem et diem: via Amedeo di Savoia 5, 12042 Pollenzo, Bra (CN)
Telefono: 339/1019233; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ulteriori informazioni sul sito: www.carpenoctemetdiem.it
Albergo Cantine Ascheri: via Piumati 25, 12042 Pollenzo, Bra (CN)
Telefono: 0172/430312; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Ulteriori informazioni: www.ascherihotel.it 

DOVE MANGIARE:
Ristorante dell’agenzia: via Fossano 21, 12042 Pollenzo-Bra (CN)
Telefono: 0172/458600; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Guido Ristorante: Tenuta Fontanadredda, Serralunga d’Alba (CN)
Telefono: 0173/626162; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; sito: www.guidoristorante.it 

COSA FARE A BRA E DINTORNI:
Dal 18 al 21 settembre a Bra si terrà Cheese 2015, la più importante kermesse internazionale dedicata al settore lattiero-caseario organizzata in partnership tra il Comune e Slow Food. L’evento offre spazi di dibattito, degustazione, educazione e un grande mercato con i migliori formaggi del mondo, specie se rari o sconosciuti. 
Maggiori informazioni sul sito www.cheese.slowfood.it.
A Bra è anche possibile visitare il Museo della scrittura meccanica, struttura unica nel suo genere che ospita una vastissima collezione (300 esemplari) di antiche macchine da scrivere.
C.so Monviso 25, 12042 Bra (CN)
Telefono: 0172/412507; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Interessante è anche il Museo della bicicletta, in cui è possibile ammirare una collezione vastissima di biciclette (generosamente donate da atleti e privati), anche di epoche ormai lontane, come quella del bersagliere del 1900, e quella da corsa del 1935 con il primo cambio Campagnolo a bacchetta posteriore, usata anche da Gino Bartali e Fausto Coppi.
Ufficio Turismo e Manifestazioni Palazzo Mathis, piazza Caduti per la Libertà 20, 12042 Bra (CN)
Telefono: 0172/430185; email: www.turismoinbra.it.
Adulti e bambini potranno visitare anche il Museo del giocattolo che ospita la collezione dell’antiquario braidese Michele Chiesa. La raccolta comprende non solo prodotti industriali o artigianali, ma anche giocattoli frutto di produzione familiare e/o popolare con caratteristiche peculiari per la storia del gioco.

Seguici su:

logo fb     logo twitter